La Robotica Italiana partecipa al  Consumer Electronics Show (CES) Las Vegas, 5-8 gennaio 2022

L’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE), l’organismo attraverso cui il Governo favorisce il consolidamento e lo sviluppo economico-commerciale delle nostre imprese sui mercati esteri, ha invitato I-RIM a pre-selezionare aziende per fare parte dell’area collettiva ICE allestita all’interno dell’Eureka Park al CES 2022.

I partecipanti selezionati saranno riuniti in un’area gestita da I-RIM per illustrare la tecnologia italiana sul tema:

AI Fleshed Out: Robots and Intelligent Machines for All

Il focus è quindi su tecnologie ad elevato TRL con applicazioni rivolte al mondo del consumo

La candidatura prevede i seguenti requisiti:
– start-up innovative italiane iscritte nell’apposito registro speciale delle Camere di Commercio (http://startup.registroimprese.it/isin/home) oppure PMI innovative;
– settore di attività inerente il Consumer Electronics Show (la tecnologia presentata deve avere applicazioni rivolte al mondo consumer);
– presentare al CES prodotti che non siano già commercializzati nel territorio degli Stati Uniti o che siano stati lanciati dopo il 1 gennaio 2021;
– il prodotto o servizio presentato deve essere innovativo con la possibilità di avere un profondo impatto sul mercato;
– la tecnologia deve essere mostrabile almeno come prototipo o software mockup;
– è richiesto che i prodotti finiti siano presentati sotto il marchio dell’azienda presentatrice piuttosto che come OEM o ODM;
Ricordiamo inoltre che la partecipazione come startup nell’Eureka Park del CES è limitata ad un massimo di 2 anni.

Ciascuna start-up o PMI innovativa ammessa da ICE alla partecipazione avrà diritto a:
– ingresso per 2 persone al CES 2022;
– partecipazione alla fiera all’interno dell’area I-RIM;
– postazione di lavoro in open space dotata di allacci elettrici e connessione internet;
– opportune azioni di comunicazione a sostegno della partecipazione (in formato cartaceo o elettronico);
– assistenza del personale ICE Agenzia;
NB resteranno a carico dei partecipanti le spese di viaggio, vitto e alloggio.

Potete inviare le vostre manifestazioni di interesse alla Segreteria di I-RIM <info@i-rim.it>

I-RIM è partner di ARTES 5.0

I-RIM è partner del progetto europeo ARTES 5.0!

Artes 5.0 mira a promuovere le tecnologie digitali, con un focus specifico su Intelligenza Artificiale (AI) e Robotica, per alimentare catene del valore sostenibili, antropocentriche e resilienti attraverso discontinuità tecnologiche e culturali fondate sulla scienza, in linea con sfide attuali affrontate dall’Unione Europea e con il Programma Europa Digitale.

I-RIM  rafforzerà la rete dell’ecosistema ARTES5.0 di collaborazioni con enti regionali, nazionali e internazionali, associazioni di categoria, camere di commercio, Centri di Competenza, Cluster Tecnologici, Innovazione Digitale Hub, centri e comunità di innovazione della conoscenza e operatori del trasferimento tecnologico. La nostra associazione organizzerà eventi scientifici e tecnologici, il Convegno Italiano sulla Robotica e Macchine intelligenti, un evento di 3 giorni, e workshops tematici!

 

 

L’ingegneria robotica è la professione del futuro!

Lo sapevate che l’ingegnere robotico è la professione del futuro in Italia, secondo LinkedIn?

Leggi l’articolo: https://www.italian.tech/2022/01/24/news/lavoro_del_futuro_linkedin_ingegnere_robotico-334910439/

Bruno Siciliano,professore di robotica all’Università di Napoli Federico II,  afferma:“Le aule del nostro corso di laurea in Ingegneria dell’Automazione e Robotica dal 2013 a oggi hanno visto un aumento da 40 a 200 immatricolati l’anno. Inoltre, sull’onda della riorganizzazione nel 2020 del corso di laurea in Ingegneria Biomedica che prevede quattro percorsi formativi, tra cui uno su biorobotica e bionica, abbiamo registrato un triplicare di adesioni più di 150 studenti in questo anno accademico all’insegnamento di Fondamenti di Robotica da me tenuto per le due lauree magistrali di cui sopra”

Leggi l’intervista al Presidente Antonio Bicchi sul futuro della Robotica Industriale per RobotHeart

A sancire il ruolo di RobotHeart come momento di aggiornamento e ragionamento sull’evoluzione futura della robotica applicata al mondo industriale è la partecipazione alla manifestazione di I-RIM, l’Istituto nazionale per la robotica e le macchine intelligenti, che aggrega tutti i principali attori del mondo accademico e della ricerca che si occupano di R&D in questo campo

 

Il futuro della robotica industrialeIntervista a Antonio BicchiPresidente I-RIM

Robot per la neuroriabilitazione e l’assistenza…iscriviti al Webinar!

I robot per la neuroriabilitazione e l’assistenza si stanno diffondendo sempre più. Hanno però ancora il grosso limite di agire sulla base di parametri preimpostati, che non tengono conto delle modificazioni della reattività cerebrale e muscolare.

Il dipartimento di Neuroscienze ed i membri di I-RIM dell’Università di Padova stanno lavorando ai progetti di ricerca internazionali SOFTAct e PRO-GAIT per rivoluzionare la funzionalità dei robot indossabili, rendendoli strumenti in grado interagire con l’utilizzatore tramite segnali muscolo-scheletrici elaborati da tecniche di intelligenza artificiale. Questo permetterà, in un prossimo futuro, ai robot indossabili di diventare una estensione naturale del corpo umano.

Per partecipare al webinar di presentazione dei risultati dei due progetti il giorno 2 dicembre 2021 ore 15:00,iscriversi a
questo form

SoftAct e PRO-GAIT projects

I robot per la neuroriabilitazione e l’assistenza si stanno diffondendo sempre più. Hanno però ancora il grosso limite di agire sulla base di parametri preimpostati, che non tengono conto delle modificazioni della reattività cerebrale e muscolare.
I membri di I-RIM dell’Università di Padova stanno lavorando ai progetti di ricerca internazionali SOFTAct e PRO-GAIT per rivoluzionare la funzionalità dei robot indossabili, rendendoli strumenti in grado interagire con l’utilizzatore tramite segnali muscolo-scheletrici elaborati da tecniche di intelligenza artificiale. Questo permetterà, in un prossimo futuro, ai robot indossabili di diventare una estensione naturale del corpo umano.
Per partecipare al webinar di presentazione dei risultati dei due progetti il giorno 2 dicembre 2021 ore 15:00, iscriversi a questo form